Antipasti

La manza dell’oste,
carne cruda locale battuta al coltello, giardiniera e pane croccante     euro 11
Le alici marinate,
con la misticanza e il pinzimonio di finocchio al patè di olive nere,
le arance e il lonzino di fico del presidio Slow Food     euro 11
L’indivia e il radicchio,
con il miele di api non stressate, le pere le noci e il pecorino a latte crudo     euro 11
L’insalata di cavolo,
con la gelatina di maialino del Montefeltro,
le mele e i semi tostati in salsa al dolce sambuco     euro 11
Il filetto della manza in stile Tataki,
con i legumi locali biologici al limone e menta     euro 11
Il ‘biOrzotto’ mantecato,
con i funghi, le verdure e la cicerchia del presidio Slow Food     euro 13

Primi

I tacconi del presidio Slow Food,
con la verza, la crema di patate e il tartufo nero del nostro cavatore    euro 13
Gli gnocchetti fatti in casa,
al capriolo alla cacciatora     euro 15
I raviolini di baccalà mantecato,
con la vellutata di ceci e le sue verdure     euro 15
I cappelletti chiusi a mano
con il pecorino affinato al pepe (il mio cacio e pepe)    euro 13

Secondi

La guancia ‘BB’,
nappata in salsa dolce rosa canina, con le verdure al tegamino     euro 17
Il lombetto di coniglio,
con la sua carotina e i broccoletti verdi, bagnato con la patata     euro 17
Il trancio di baccalà,
in umido di fagioli borlotti bio al pomodoro     euro 19

Dolci

Lasciati tentare
Le pere al vino rosso al tegamino,
con il fondente di cioccolato     euro 7
Il semifreddo alle castagne glassate,
con salsa alla mela rosa dei Sibillini (Presidio Slow Food)    euro 7
New York – Cantiano
passando per Pechino    euro 7
La spuma di zabaione,
leggermente alcolica e gelato al pistacchio e il suo croccantino     euro 7
Gli storici biscotti del notaio Cesarini
in abbinamento al TUO digestivo    euro 7
I pecorini locali a latte crudo affinati in grotta
selezionati dall’Oste e il miele di api non stressate e lonzino di fico    euro 13

Contatti

Prenota il tuo tavolo.

07211862688

PRENOTA

Quando?

Lun – Gio:
cena
.
Ven – Dom:
pranzo e cena

.
Mercoledì: Chiuso

Caffè

Specialità
Il caffè Cosacco di Sant’Antonio
tradizione vuole che questo caffè dall’antica ricetta segreta, si beve il giorno di Sant’Antonio alla fine della Santa Messa per rifocillare i credenti
Il caffè biologico
Il caffè al ginseng biologico
La moretta di Fano
Le tisane e il tè biologico

Degustazione

d’Inverno

tutti i lunedì e martedì

Per tutto l’Inverno:
4 portate a tua scelta a prezzo fisso.
Iniziare bene la settimana in Osteria…conviene.

Calice di Benvenuto
con il cestino di pane a lievito madre e olio biologico
Antipasto
Primo
Secondo
Dolce

trentatré euro*

*escluse bevande alcoliche

Cucina

La parola esatta per descrivere la cucina dell’Osteria Zanchetti è “giusta” (“totally-holistic-realistically correct!”)
La nostra dispensa è piena di prodotti freschi che la terra offre di stagione in stagione.
I principali fornitori dell’Osteria sono i micro produttori locali, che non sono presenti nelle grandi catene alimentari ma nei banchi dei piccoli mercati rionali, nelle cooperative e nei gruppi di acquisto solidale. L’Osteria predilige i frutti dell’agricoltura biologica e biodinamica, spesso marchiati dall’etichetta biologica o demeter, oppure promossi come presidi di Slow Food. Sostenendo l’economia locale la nostra cucina che si caratterizza per il rispetto della madre terra, si arricchisce di ingredienti dai sapori “veri”.
La cucina è carica di tradizioni culinarie locali che si incontrano e si mescolano con quelle nazionali e internazionali custodite nel bagaglio di esperienza dell’Oste Ricercatore Luca Zanchetti. La fusione crea uno stile contemporaneo che fa dell’Osteria Zanchetti un locale dove gustare un cibo semplice ma allo stesso tempo ricercato ed inusuale.
Il menu e’ dinamico, veloce il ricambio della proposta, dove gli ingredienti quotidiani dettano legge.

Cantina

L’Osteria Zanchetti dispone di una cantina panoramica che i clienti possono ammirare dal Cortile Luigi.
I vini, scelti accuratamente dall’Oste, sono prevalentemente naturali, biologici o biodinamici prodotti per lo più da piccole aziende.
La carta dei vini si apre su una selezione di bollicine locali e non, intitolata “4 bolle”, che distingue i metodi classici da quelli charmat.
Le pagine successive ci evocano un viaggio attraverso le cantine italiane: la selezione di vini è suddivisa chilometro dopo chilometro secondo la distanza della cantina vinicola rispetto all’Osteria. Si parte dalla selezione “finalmente a casa”, che riguarda vini autoctoni della provincia, poi ci si addentra ai vini “chilometri giusti” che sono i cosiddetti vini “fuori porta ma non troppo”, per raggiungere con “evviva l’Italia” un’ampia selezione di vini italiani.
Amari e distillati sono prodotti artigianalmente e rappresentano la filosofia del locale che valorizza il “nostro amato bel paese”.

Luca Zanchetti

L’Oste

“Lasciati trasportare il cuore dall’atmosfera amichevole e dall’oste che per mestiere vuole rendere felice le persone.”